Disponibile su CUBOVISION fino al 31/08/2013


    Bisturi mon amour: il boom della chirurgia estetica in Cina

    Titolo orginale: La folie du bistouri: le nouveau visage de la Chine; CAPA Presse - Envoyé Spécial: 18/03/2010
    Autore: Barbara Conforti
    Produzione: CAPA Presse (2010)
    Durata: 28'

    Silicone, limatura degli zigomi, ingrandimento degli occhi, liposuzione, lifting facciale, persino l'allungamento delle gambe: quasi il 50% dei cinesi - in altre parole: 600 milioni di persone - si sono detti pronti a sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica, potendoselo permettere.
    L'idea è quella di assomigliare di più ai canoni di bellezza occidentali e magari, in un paese dove il 10% della forza lavoro è disoccupata, trovare un lavoro più facilmente.
    Sono finiti i tempi della rivoluzione comunista dove era difficile distinguere gli uomini dalle donne, entrambi abbigliati con la stessa, severa uniforme; oggi addirittura ci sono concorsi di "bellezza artificiale" e poter vantare un intervento chirurgico sembra quasi un requisito base per la vita in società.
    Ma in un paese in cui nel giro di una notte un salone di bellezza può essere trasformato in una clinica estetica e i controlli sulle licenze non sono così rigidi, sono migliaia i cinesi in balìa di chirurghi privi di autorizzazione o di esperienza.
    Tagliente inchiesta di CAPA sul più radicale dei nuovi comportamenti del Dragone Cinese.


    In primo piano

    Segnalazioni