Disponibile su CUBOVISION fino al 30/11/2013


La nave fantasma di Portopalo

Titolo orginale: The Ghost Ship of Portopalo
Autore: Gadh Charbit
Produzione: Checkpoint Productions (2011)
Durata: 52'

Straordinario documentario investigativo sul terribile naufragio avvenuto la notte di Natale del 1996, al largo della città di Portopalo di Capo Passero, in Sicilia, quando una piccola imbarcazione affondò insieme a 283 immigrati, tra cui molte donne e bambini.
Nei primi giorni del 1997, grazie al lavoro di John Hooper dell’Observer, emergono le prove di una tragedia spaventosa. Tutto viene però ben presto messo a tacere: le autorità minimizzano e i racconti dei pochi superstiti vengono ignorati. Tuttavia per anni i pescatori di Portopalo continuano a trovare nelle loro reti tracce delle vittime: scarpe, vestiti, ossa.
Della “nave fantasma” si riparla nuovamente solo cinque anni dopo, quando il pescatore Salvatore Lupo, dopo aver trovato la carta di identità di un giovane di 15 anni, rompe il muro di omertà e decide di rivolgersi ai giornali. Giovanni Maria Bellu, del quotidiano La Repubblica, comincia così ad indagare sulla nave fantasma ed insieme a Salvatore riuscirà finalmente ad individuare la nave scomparsa al largo di Portopalo.
Come è potuta passare inosservata la morte di tante persone?
Questo documentario indipendente ricostruisce tutta la vicenda del più grave disastro navale del Mediterraneo dai tempi della Seconda Guerra Mondiale e traccia un quadro preciso del traffico di clandestini nel Mediterraneo. Dalle ultime ore della nave fantasma, con le testimonianze dei sopravvissuti e dei parenti delle vittime e ricostruzioni in computer grafica, alla vicenda giudiziaria, riuscendo anche ad intervistare - in contumacia - le uniche due persone condannate come responsabili: il capitano della nave (il libanese Youssef El Hallal) e il trafficante di clandestini (il pakistano Tourab Ahmed Sheik).
Quest’ultimo verrà trovato morto poco dopo l’intervista...


In primo piano

Segnalazioni